Resoconto: L’HackLab verso l’HackLab X

Roma- LUISS iLAB, 8 Maggio 2015

HackLab X è un Project in progress quindi, ci saranno più spunti che conclusioni in questo resoconto.
La definizione di HackLab da Wikipedia:

è un luogo in cui persone con interessi comuni, spesso riguardanti computer, tecnologia, scienza, arte digitale od elettronica (ma anche in molti altri campi)

Cosa succede se aggiungiamo una X e cosa significa la X in questo tipo di situazioni/contesti?

Per quanto mi riguarda ha lo stesso significato che ebbe la X per Steve Jobs e per il sistema operativo MacOS. Cosa ha significato la X soprattutto per la Apple (la differenza che c’è tra tra MacOS 9 e MacOS X)?
MacOS X è il primo MacOS Intel based e, quindi, Linux based, per cui non si poteva chiamare semplicemente 10, andava chiamato in modo diverso, per cui il 10 divenne l’X!
Va detto che la X ha molti significati esoterici che trascuro.

Per questo motivo l’idea di HackLab a cui sto lavorando si chiama HackLab X.
Per Jobs la X ha cambiato la storia del sistema operativo MacOS, il modello HackLab X intende cambiare la storia degli HackLab!
Ci tengo a sottolineare che la mia idea di andare oltre il modello HackLab è nata e cresciuta nell’HackLab di Cosenza di cui ancora faccio parte e che ringrazio.

Quindi, aggiungere la X alla parola HackLab è come mettere l’insegna del pinguino ad una capannone industriale!
Come ho fatto io, anzi come abbiamo fatto noi nel disegnare il logo dell’Industria italiana del software libero.

Non credo che sareste stati altrettanto schizzinosi se io oggi invece di venire qui così come sono, fossi venuto con un po’ di chili in meno, la barbetta più rada e un pulloverino dolce vita con il collo corto e completamente nero!
Oppure la mia azienda avesse un logo come questo:

apple

Spesso gli informatici raccontano del loro primo computer e dei loro primi software, quasi sempre parlano di Amiga e di Videogames.
Ci sono tanti altri che parlano di Macintosh, che è il nonno degli iPhone/iPad che probabilmente molti di voi ora avete nelle vostre mani.

Quanti siamo in questa sala? Quanti di voi posseggono un telefonino alzino le mani!!! Tutti. Bene! Ora facciamo un giochino tutti insieme.
Quanti posseggono un iPhone? X
Quandi posseggono un Nokia o un Phone Windows based? Y
Quanti posseggono un Phone Android based? Z
Bene! Oggi vince la X.
Solo aggiungendo la X alla parola HackLab il software libero può passare da modello di sviluppo giocoso a modello di sviluppo industriale!

Un modello industriale non può che essere finalizzato, sostenibile e business oriented.
L’HackLab è il luogo della creatività tecnologica libera e aperta!

Cosa è oggi HackLab X???

Un bollettino di divulgazione tecnologica ospitato sul sito dell’HackLab di Cosenza hlcs.it.

Il sottotitolo recita “Bollettino dell’era digitalozoica”.

Per l’approfondimento del concetto di digitalozoico rimando al numero di HackLab X a cui potete arrivare su digitalozoico.org.

Ma soprattutto cosa HackLab X diventerà?

12

La risposta è non lo so, come ho detto all’inizio è un project in progress.

Un’anticipazione, HackLab X sta diventando anche un Team, anzi un Super Team, un Team di Eccellenze.

E da oggi chi è interessato può scrivermi direttamente:

fiore.sarro@gmail.com

Dedico questa conferenza ai tre ragazzi dell’Istituto Tecnico Scalfaro di Catanzaro che l’hanno ispirata

Ruggero, Rosario e Raffaele

e al loro

Talento, Energia e Competenza

Essi qui ed ora avrebbero interpretato molto meglio di me lo spirito di HackLab X.

Vuoi contribuire (segnalare problemi, proposte o suggerimenti) alla nostra associazione?
Il nostro progetto Industria Aperta su GitLab ti permette di scriverci in modo pubblico e trasparente!